CLA

Catalogo

Informazioni

Nuovi prodotti

Speciali

CLA Ci sono 2 prodotti.

Mostrando 1 - 2 di 2 articoli
Mostrando 1 - 2 di 2 articoli

CLA

Con il termine acido linoleico coniugato (CLA) non ci si riferisce a una singola molecola,bensì a una serie di molecole (acidi ottadecadienoici) accomunate da strutture simili. Nel dettaglio sono isomeri dell'acido linoleico caratterizzati da : legami coniugati,ovvero doppi legami separati da un legame singolo. 

Questo gruppo di molecole si rinviene principalmente in diversi alimenti, tra cui :

- Carni in genere.

- Latte.

- Yogurt.

- Prodotti lattiero caseari in genere.

Gli alimenti vegetali ne sono generalmente meno ricchi,anche se l'olio di girasole e quello di cartamo possono essere lavorati mediante processi tecnologici per ottenere un buon quantitativo di CLA.

Tra questi isomeri è possibile identificare :

- Cis-9,trans-11 CLA 

- Trans-10,cis-12 CLA

- Trans-9,cis-11 CLA

- Cis-10,cis-12 CLA

- Trans-9,trans-11 CLA

- Trans-10,trans-12 CLA

Gli isomeri principalmente studiati e presenti negli integratori alimentari sono però il cis-9,trans-11 CLA. 

Esistono diversi effetti indagati per queste due componenti della categoria dei CLA,tra cui :

- Attività anticancerosa, mostrata sia dall'isomero cis-9,trans-11 CLA che dall'isomero trans-10,cis-12 CLA. 

Sembra che gli effetti inibitori si manifestino sia a livello della fase di oncoiniziazione che a livello della fase di oncopromozione; i meccanismi di azione implicati non sono ancora stati completamente chiariti,anche se esistono evidenze che suggeriscono un coinvolgimento nella modulazione degli eicosanoidi e del recettore Y attivato dal proliferatore perossisomico (PPARy).

- Attività antiaterosclerotica : I meccanismi d'azione non sono stati completamente chiariti,anche se ci sono evidenze che suggeriscono un possibile ruolo da parte del recettore y attivato dal proliferatore perosisomico (PPARy) nel prevenire la degenerazione di eventuali placche e un possibile ruolo nella modulazione degli eicosanoidi correlato a un miglioramento del quadro lipidico. 

- Attività antidiabetica : I meccanismi d'azione non sono stati completamente chiariti,anche se ci sono evidenze che suggeriscono un possibile ruolo da parte del recettore y attivato dal proliferatore perossisomico (PPARy) nell'implementare la tolleranza periferica al glucosio,l'insulinemia e l'espressione dei geni per la proteina disaccoppiante UCP-2 con gli ovvi benefici del caso.

- Attività di modificazione nella composizione corporea : Inizialmente quest'attività è stata attribuita prevalentemente all'isomero cis-9,trans-11 CLA,mentre studi successivi hanno contribuito a chiarire che una maggiore efficacia è correlata all'utilizzo dell'isomero tras-10,cis-12 CLA nel favorire la riduzione del tessuto adiposo e il trofismo della massa magra,in particolare agendo sull'espressione dei geni per la proteina disaccopiante UCP-2. I meccanismi implicati non sono al momento noti.

Il principale limite a queste applicazioni è rappresentato dal fatto che gli studi sono stati effettuati prevalentemente a livello di modelli sperimentali o di modelli animali. I dosaggi solitamente studiati sono compresi tra 1000 e 6000 mg/die , anche se l'intervallo compreso tra 1000 e 2000 mg è quello generalmente più comune. 

Cautela nell'utilizzo va mostrata da gestanti,nutrici e soggetti pediatrici,in quanto non sono disponibili dati di sicurezza relativi a queste applicazioni,è auspicabile perciò un consiglio medico.