Ornitina OKG

Catalogo

Formato

Informazioni

Nuovi prodotti

Ornitina OKG Ci sono 2 prodotti.

Mostrando 1 - 2 di 2 articoli
Mostrando 1 - 2 di 2 articoli

Ornitina OKG

L'ornitina a-chetoglutarato (OKG) è una molecola che implica la complessazione di 1 molecola di a-chetoglutarato e 2 di ornitina; come per l'AKG,anche in questo caso è possibile associare la potenzialità ergogenico-metaboliche (illustrate parlando di AKG,appunto) dell'a-chetoglutarato a quelle dell'ornitina. In qualità di aminoacido presente nel cilco dell'urea,l'ornitina è alla base di due effetti estremamente interessanti dal punto di vista fisiologico :

- Produzione endogena di arginina.

- Smaltimento dei cataboliti azotati (sottoforma di ammoniaca).

Sulla falsariga di prodotti a base di arginina,anche l'utilizzo di OKG viene proposto con diversi obiettivi,tra cui :

- Favorire l'anabolismo.

- Ridurre il catabolismo.

- Sostenere e stimolare l'attività del sistema immunitario.

- Favorire le dinamiche di recupero.

Evidenze in letteratura riportano come l'OKG si sia dimostrato particolarmente utile soprattutto in campo clinico favorendo le dinamiche di recupero di alcuni soggetti, tra cui :

- Malnutriti.

- Ustionati.

- Degenti post chirurgici.

Con queste finalità sono stati impiegati dosaggi tra i 1000 e i 12500 mg/die , suddivisi in 2-3 somministrazioni quotidiane,sia orlamente che endovena,a seconda degli studi. Anche se ancora i meccanismi d'azione implicati non sono completamente noti,si ritiene che questi effetti possono essere correlati all'azione dell'OKG su ormoni anabolici (anche se non è chiaro se direttamente o indirettamente favorendo la produzione di arginina) e sul metabolismo animoacidico. Gli effetti a livello di immunostimolazione sono stati indagati soprattutto nel modello animale,dove i risultati sono piuttosto interessanti. Generalmente con la finalità di favorire la performance vengono utilizzati dosaggi compresi tra 2000 e 1000 mg/die , anche se per queste applicazioni non sono stati confermati gli stessi effetti ottenuti nelle applicazioni cliniche. A questi dosaggi l'OKG si è dimostrato praticamente privo di effetti collaterali,l'unico effetto da segnalare è in alcuni soggetti l'aumento di appetito (probabilmente per il coinvolgimento del matabolismo insulinico).

Gli effetti positivi appena illustrati non sono stati ottenuti in studi comparativi contro ornitina o a-chetoglutarato somministrati singolarmente. Mediante l'alimentazione non è possibile assumere l'OKG e l'integrazione di un prodotto di sintesi è a oggi l'unica via praticabile.