Fosfatildiserina

Informazioni

Nuovi prodotti

Speciali

Fosfatildiserina Non ci sono prodotti in questa categoria.

Fosfatildiserina

E' un fosfolipide naturalmente presente nelle membrane biologiche di un gran numero di organismi animali,vegetali,fungini,batterici ecc.

E' costituita da una struttura di glicerofosfato legata a 2 molecole di acidi grassi e all'aminoacido serina nella sua forma lavogira. Generalmente la sua estrazione può avvenire sia da fonti vegetali che animali,ottenendo molecole con caratteristiche strutturali diverse :

- Estrazione da fonte vegetale : Viene utilizzata in prevalenza la lecitina di soia,che ne contiene 5900 mg/100 g. La fosfatildiserina così ottenuta contiene soprattutto acidi grassi polinsaturi.

- Estrazione da fonte animale :  Viene utilizzato in prevalenza il cervello bovino ( prima fonte dove la molecola fu identificata) , che ne contiene 730mg/100mg .

La fosfatildiserina così ottenuta contiene soprattutto acidi grassi saturi e monoinsaturi.

Altre fonti con un discreto contenuto possono essere alcuni pesci azzurri e le frattaglie di diverse specie avicole. 

A cagione della sua forte rappresentazione a livello delle membrane biologiche è stato possibile chiarire come la fosfatildiserina ricopra un ruolo molto importante nella trasduzione del segnale a livello cellulare; anche se i meccanismi implicati non sono ancora stati del tutto chiariti,un interessante indizio relativamente a uno dei principali meccanismi d'azione è stato dato dalla comprensione dell'interazione della fosfatildiserina con la proteina chinasi C,di cui sembra ristabilire e riequilibrare l'attività nel modello animale.

Una delle principali applicazioni della fosfatildiserina è quella relativa alla sua attività come caoudiuvante nel trattamento dei deficit cognitivi; in seguito alla sua somministrazione,infatti,sono stati riportati diversi effetti interessanti, tra cui :

- Stimolazione del ricambio di catecolamine a livello celebrale.

- Aumento del rilascio di acetilcolina a livello corticale.

- Aumento nella produzione di neurotrasmettitori a livello del sistema nervoso centrale.

- Aumento nella trasduzione dei segnali a livello del sistema nervoso centrale.

- Preservazione delle spine dendritiche a livello ippocampale.

Questi effetti si sono tradotti in progressi negli score di valutazione considerati in soggetti con alterazioni cognitive di varia eziologia e in interessanti miglioramenti in soggetti pediatrici iperattivi con deficit dell'attenzione. Risultati potenzialmente interessanti sono stati ottenuti anche in ambito sportivo nell'implementazione della performance mediante :

- Modulazione della risposta ormonale correlata allo stress da esercizio (prevalentemente mediante la modulazione del rilascio di cortisolo).

- Modulazione del danno muscolare.

Alcuni autori ritengono che la modulazione nella cortisolemia potrebbe avere un ruolo importante anche nel trattamento dell'obesità e della sindrome metabolica sinergicamente a un'azione sulla 11-B-sterodio-deidrogenasi ottenuta con altri presidi.

I dosaggi generalmente studiati sono compresi tra i 400 e gli 800 mg/die ( anche se alcuni autori hanno proposto d osaggi notevolmente più alti per le applicazioni sportive). Secondo le indicazioni della FDA del 2002 l'utilizzo di Fosfatildiserina estratta da soia alla dose di 200 mg assunti 3 volte al giorno può essere ritenuto sicuro. Dato che si stima che con  la comune dieta occidentale si assumano mediamente 130 mg di Fosfatildiserina; l'integrazione alimentare diventa necessaria al fine delle applicazioni appena descritte. L'uso di Fosfatildiserina è controindicato in soggetti con ipersensibilità accertata,mentre per altri soggetti viene normalmente ritenuto sicuro;

Infatti ,la DL50 nel modello animale è compresa tra 2000 e 5000 mg / kg di peso corporeo,dosi lontanissime da quelle proposte per il consumo umano. Occasionalmente il sovradosaggio è stato correlato a lievi sintomi gastrointestinali quali nausea e cattiva digestione. Vista la limitata entità dei dati disponibili,sarebbe opportuno che l'utilizzo da parte di gestanti,nutrici e soggetti pediatrici avvenisse sotto controllo medico.